Video di 8' minuti - Aula Magna Cassazione. Attualità sul rispetto del rifiuto Trasfusioni dei Testimoni di Geova.

CLICCA QUI E GUARDA IL VIDEO

Foto SIlvano Corte Cassazione 24 maggio 2019jpg
Video di 8 minuti, estratto da giornata del 24 maggio 2019 con informazioni aggiornate su problemi di molti medici alla rispettosa applicazione delle DAT e in particolare sul rifiuto delle Emotrasfusioni dei Testimoni di Geova e altre terapie salvavita alla luce delle leggi attuali. Tema affrontato in occasione da: Dott.ssa Vincenza Palermo (Direttore Risk Management ASL Torino 4)    Dott. Pasquale Giuseppe Macrì (Segretario Nazionale MeLCo, Direttore Medicina Legale Arezzo, Direttore AFD Prevenzione e Gestione Rischio Professionisti ASL Toscana Sud Est),  Prof. Vittorio Fineschi (Direttore Scuola di Specializzazione in Medicina Legale, Direttore UOC Medicina Legale Policlinico Umberto I)  dal Dr. Silvano Mencattini, (Curatore dei siti www.Biodiritti.org  e di www.Egm.it  Etica Giuridica Medica). Si è focalizzata l'attenzione sulla necessità di Formazione Permanente nei cittadini e nelle professioni Forensi e Sanitarie. Un sentito grazie al contributo di Radio Radicale che ha curato la registrazione dei 2 giorni DEL 2° ANNALE MELCO da cui sono stati tratti questi 8 minuti.

Partecipanti e Relatori di altissimo livello a “Responsabilità Giuridica e Deontologica degli esercenti le professioni sanitarie e diritti dei cittadini-pazienti” organizzato dalla Società Italiana Medico-Giuridica “Medicina Legale Contemporanea – MeLCo”, in collaborazione con l'Ordine degli Avvocati di Roma presso l'Aula Magna della Corte di Cassazione di Roma 24 e 25 maggio 2019.
Vedi gli eccellenti e illustrissimi Relatori di Altissimo Livello e i temi trattati nel programma 24 e 25 maggio 2019  

la Dott.ssa Vincenza Palermo ha messo in luce che è esploso, con la nuova legge sul consenso informato e sulle DAT (Direttive Anticipate di Trattamento) il  conflitto di coscienza  di molti o la maggioranza di medici della sua zona, che rifiutano di rispettare le DAT dei Testimoni di Geova, regolarmente registrate con Fiduciario e sostituto fiduciario. In pratica non vogliono onorare il legittimo rifiuto delle trasfusioni di sangue, pur sapendo che rischiano di essere denunciati per l'art. 610 del codice penale. Si è impegnata  ad affrontare corsi di aggiornamento, una campagna informativa agli operatori sanitari e ha costituito un comitato tecnico regionale sugli avanzamenti scientifici e giuridici della legge sul consenso informato e sulle DAT (Direttive Anticipate di Trattamento).
 

Il Prof. Pasquale Giuseppe Macrì, segretario nazionale MeLCo, ha ricordato che "non solo alcuni medici non vogliono rispettare le volontà dei pazienti, ma si rivolgono con successo ad alcune Procure del Nord che fanno esercizio abusivo della professione medica 'prescrivendo e ordinando trasfusioni illecite'. Anche prima della legge 219 sulle DAT, dagli anni '90, una trasfusione fraudolenta è un atto moralmente scorretto, deontologicamente riprovevole e antigiuridico." Posizioni del Prof. Macrì che sono note e si possono vedere nei video e documenti di rispetto che Lui ha promosso, sui diritti di libertà dei Pazienti di autodeterminarsi, che da oltre 25 anni ha sostenuto e fortemente voluto partendo dalla USL8 di Arezzo.  
Prof Macrijpg
È stata sentita la necessità di una maggiore partecipazione delle Direzioni Generali e Sanitarie delle Aziende ASL come ha ricordato il Prof. Vittorio Fineschi, visto che i tempi con cui verrà recepita e applicata la recente legge sul rispetto delle DAT saranno molto lunghi. Ha salutato e citato con piacere vedendoli tra i presenti Testimoni di Geova di Arezzo, (Silvano e Loretta Mencattini) ricordando il buon lavoro trentennale fatto a cui ha partecipato.  
 

Prof Fineschijpg


Clicca e guarda qui Silvano Mencattini in Linkedin

FOTO SILVANO 2jpg

Guarda qui e vedi alcuni video di interventi Storici di Silvano Mencattini

Un brevissimo intervento a fine giornata del 24 maggio 2019 , ha permesso a Silvano Mencattini, di focalizzare l'attenzione sulla necessità di Formazione Permanente nelle professioni Forensi e Sanitarie. Grazie ai suoi oltre 40 anni di esperienza in prima linea sui diritti dei pazienti ha fatto notare che "Nonostante il progressivo riconoscimento dei BioDiritti avvalorati  dalla BioEtica più attuale come le  DAT (Dichiarazione Anticipata di Trattamento) regolamentata, dopo il lungo percorso parlamentare, dal BioTestamento, si avvertono ancora tante situazioni e passi indietro che dimostrano la necessità di un aggiornamento professionale continuo. Tali leggi non sono conosciute né da pazienti, né da medici né da magistrati e avvocati.  È un cammino ancora lungo per Educare le coscienze.  Non esiste il Consenso informato se non si accetta il dissenso. La frase 'agisco secondo SCIENZA e COSCIENZA' mette a fuoco l'importanza di aiutare tutti gli attori coinvolti a riconoscere che è la Coscienza del Paziente che deve prevalere in caso di conflitto. Ha ricordato nell'Aula Magna della Suprema Corte di Cassazione che dal 1980 erano state denunciate e ignorate le Carenze di Formazione sul Buon Uso del Sangue, precipitando la Sanità Mondiale nello scandalo del sangue infetto. Che molti casi di violenza e sopraffazione sono accaduti come a Milano citando che la vedova del paziente, pur risarcita dopo oltre 15 anni, non vide la condanna penale che il caso meritava. Leggi qui LA SENTENZA DI CONDANNA RISARCITORIA CHE RIASSUME IL CASO.  Ha inoltre ricordato che solo dal 2012 sia OMS che Centro Nazionale Sangue hanno diffuso linee guida per un vero buon uso del sangue.  Denunce pubbliche, in programmi anche della Rai e successivi corsi di aggiornamento in Azienda USL 8 di Arezzo, sono state del tutto ignorate a livello nazionale, oggi visibili nei siti www.egm.it e www.biodiritti.org 

Purtroppo sono poco conosciute le linee guida OMS del PBM (Patiente Blood Management)  e sui CoBUS (comitati sul buon uso del sangue). " Altrettanto evidente la necessità di armonizzare la 'SCIENZA' attraverso linee guida di Società Scientifiche introdotte nella legge n. 24/2017, nota ai più come legge "Gelli" da Lui stesso illustrata e commentata durante la sua eccellente relazione.

DENUNCE:
- denunce video e la storia dello scandalo del sangue infetto. Con Prove documentate fin dagli anni 1980. Clicca qui e potrai vedere i video 

"Il traffico del Sangue. Il programma integrale  trasmesso in Italia nel 1980 costato la vita a due giornalisti."

Il traffico del Sangue 1980jpg

DAI NOSTRI ARCHIVI STORICI - INTERVISTA integrale a SILVANO MENCATTINI DEL 1982"   -Trasmesso da Teleonda nel lontano 1982. E molti altri video di denuncia sul traffico del sangue infetto.

downloadjpg

Link utili 
- legge sul consenso informato e sulle DAT (Direttive Anticipate di Trattamento).
- PBM Patient Blood Management a cura della Commissione Europea
- linee guida OMS del PBM Centro Nazionale Sangue
- CoBUS (comitati sul buon uso del sangue).  
- legge n. 24/2017, nota ai più come legge "Gelli"
- Society for the Advancement of Blood Management (SABM)